06 | Cascando. Tre studi su Samuel Beckett

1983-1988

06

Edizione:
Napoli, Liguori, 1988.


Da un’opera abbandonata

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.


Indice


Premessa

I Dante in Beckett
Dell’indolenza
Ambienti purgatoriali

II Cosa?
Encomio del gobbo signor Hackett
Arsene o della vanità
La confortevole casa a due piani del signor Knott
Watt, Sam e io

III Verso il peggio
Omicidi
Cascando
Colpe
Viatore
Paradiso
Bolge
Il peggio

Bibliografia
Opere di Samuel Beckett
Sull’opera di Beckett


Quarta di copertina


Non esiste intellettuale del nostro secolo che si sia misurato più di Samuel Beckett con l’esperienza quotidiana della scrittura e della sua ineluttabilità. «Bon pas d’autre» (buono a nient’altro), lo scrittore irlandese, mirabilmente bilingue, ha identificato fin dalla giovinezza joyciana i propri processi biologici coi progressi della sua opera (che ha saputo spaziare dalla poesia alla narrativa, dal teatro all’utilizzo di mezzi tecnici quali la radio, il cinema e la televisione, fino a indistinguere ogni mezzo nella creazione di una scrittura franta, scarna ma totale).
Suddiviso in tre studi, questo libro vuole offrire al lettore italiano un ausilio interpretativo a un’opera così complessa. Dalla presenza dell’immaginario dantesco alle strategie narrative, dalle scelte formali al tessuto autobiografico, esso attraversa e analizza l’intera produzione beckettiana, a cominciare dalle prime prove narrative fino agli esiti recenti (Worstward Ho e What Where). Lungo l’arco descritto dalla febbrile attività di Samuel Beckett, si riverberano cinquant’anni del Novecento, illuminati da (e offuscati in) una voce le cui esitazioni e i cui slanci ci appartengono, e la cui deprecata cessazione sarà anche il tramonto, definitivo, del sogno della letteratura di dire ordine della vita.


CascandoImmagine